Immagini

Guarda la terza dimensione nelle foto di Google Camera Lens Blur o creane una tua!  
FastStone Photo Resizer è un convertitore di immagini e uno strumento di ridenominazione che intende consentire agli utenti di convertire, rinominare, ridimensionare, ritagliare, ruotare, modificare la profondità del colore, aggiungere testo e filigrane alle immagini in una modalità batch semplice e veloce. L'operazione di trascinamento del mouse è ben supportata.
Al centro dell'elaborazione fotografica tilt-shift è una tecnica di sfocatura dell'obiettivo personalizzata che simula la profondità di campo ridotta prodotta da scatti di macrofotografia. TiltShiftMaker utilizza un'interfaccia all-Javascript, quindi è perfetto per l'uso su dispositivi a basso consumo come Chromebook, netbook e tablet, anche con immagini molto grandi. Poiché le immagini vengono elaborate in remoto sull'hardware del nostro server, si ottengono comunque risultati di alta qualità a livello di workstation. 
Facejjang è un'applicazione che ti permette di caricare una foto di te stesso o dei tuoi amici, per realizzare divertenti video musicali personalizzati. Tutto quello che devi fare, è scegliere il modello che vuoi utilizzare (molti sono disponibili gratuitamente) e iniziare a creare. Per prima cosa, devi selezionare correttamente la faccia che vuoi utilizzare. Per farlo, marca i contorni del viso impostando la linea degli occhi e la posizione delle labbra. Una volta fatto questo potrai aggiungere diversi accessori come cappelli, parrucche, occhiali da sole, cravatte, ecc.
Il nostro sistema di colorazione funziona al meglio con immagini a risoluzione più elevata che mettono in risalto soggetti umani e scenari naturali. Non memorizziamo le immagini caricate per la colorazione. Nota: lo scopo della colorazione è generare un'immagine con colori plausibili. Non garantisce in alcun modo che l'immagine colorata sia una rappresentazione accurata dell'istantanea effettiva del tempo.
RawTherapee è un potente sistema di elaborazione di foto raw multipiattaforma, rilasciato come software libero (GPLv3). È progettato per lo sviluppo di file non elaborati da una vasta gamma di fotocamere digitali e destinato a utenti che vanno dai neofiti entusiasti che desiderano ampliare la propria comprensione di come funziona l'imaging digitale ai fotografi professionisti.
Genera rapidamente e facilmente meme dalle tue immagini, foto della fotocamera o una delle nostre immagini popolari. Un meme di internet è un tipo di meme specifico della cultura di Internet e del suo ambiente. L'uso di questo termine è stato proposto la prima volta da Mike Godwin nel 1993 in un articolo su Wired.
Editor di foto potente e facile da usare per PC. Le tue foto saranno fantastiche. Oggi. Trasforma le tue immagini in un lampo. Non sei abbastanza soddisfatto delle tue foto? Condizioni meteorologiche difficili e condizioni di illuminazione o uno sconosciuto sullo sfondo hanno rovinato uno scatto inestimabile? Le foto delle vacanze non sembrano così vibranti come speravi? Con PhotoWorks in mano, otterrai gli strumenti che ti consentono di salvare uno scatto rovinato o di trasformare un'immagine media in un capolavoro di fotografia.
Imgflip è un sito Web semplice e veloce per la creazione e la condivisione di immagini. Siamo specializzati in meme e GIF. I generatori di immagini Imgflip sono progettati per essere follemente veloci e offrono una potente personalizzazione, pur essendo semplici e facili da usare. Le immagini create su Imgflip possono essere rese "private" se si desidera solo scaricare l'immagine e salvarla per sé, oppure possono essere salvate su imgflip.com dove è possibile condividerle con gli amici e monitorarne la popolarità.
Genera rapidamente e facilmente meme dalle tue immagini, foto della fotocamera o una delle nostre immagini popolari. Accedi o crea un account makeameme.org per pubblicare le tue creazioni sul Web o condividi via Facebook. Un meme di internet è un tipo di meme specifico della cultura di Internet e del suo ambiente. L'uso di questo termine è stato proposto la prima volta da Mike Godwin nel 1993 in un articolo su Wired.